Elena Carafa – Pitture

Esplorare le energie femminili

Acque primordiali I

Da dove veniamo? Cosa siamo stati prima di nascere? Di quale materia è composto il nostro corpo, la nostra mente, il nostro spirito? Veniamo dalle acque primordiali, un liquido leggero, seppur contenente tutte le informazioni della creazione, nel quale siamo completamente immersi sin dall’inizio ( lo siamo tutt’ora), sin da quando si è manifestata la possibilità che la nostra anima potesse esistere per intraprendere il percorso ed incarnarsi nel mondo tangibile.

Unione

Essa non è sola nell’universo creato, il suo corpo grossolano, il suo corpo sottile e il suo corpo causale, è vivificamente e costantemente irrorato di luce (energia) divina, lei ne fa parte e la utilizza per esistere nel mondo tangibile.

Acque primordiali II

…con la vibrazione si è manifestata la materia (nei 5 elementi: terra, acqua, fuoco, aria, etere), nella vibrazione si è trasformata e l’anima l’ha raggiunta.

Sensi

Essa desidera, crea, ama, con la parte primordiale della sua energia di trasformazione (Shakti) e i suoi sensi sono allertati ed attivi per cogliere il meglio per se stessa e per chi la circonda. Il femminile è strumento di accoglienza, anche di potenza creatrice.